Spazio lavoro

La Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e il Comune di Milano, con il contributo di Fondazione Unipolis, danno il via alle attività di ricerca di Spazio Lavoro: uno spazio per pensare e studiare il lavoro che cambia.

 

Uno spazio di intersezione tra mondi e soggetti diversi: eccellenze accademiche, istituzioni, centri di ricerca internazionali, studenti e lavoratori, patrimonio librario e strumenti digitali, tradizione e innovazione.

 

Uno spazio luogo che dia piena cittadinanza alle controversie dello scenario lavorativo contemporaneo e le elabori con il rigore della ricerca scientifica.

 

Uno spazio che misuri le trasformazioni: estensioni, contrazioni, pieghe e profondità di uno scenario lavorativo che modifica i linguaggi, i protagonisti e le pratiche.

 

Uno spazio che, grazie al contributo di quattro importanti Atenei italiani – l’Università Cattolica, l’Università di Milano-Bicocca, l’Università Luiss, l’Università Bocconi – disegni una cornice di riflessione scientifica da percorrere lungo quattro traiettorie fondamentali: i lavoratori, la società, l’impresa e il denaro.

 

Il progetto è coordinato dai professori Giuseppe Berta (Università Bocconi) e Mauro Magatti (Università Cattolica), si avvale della collaborazione del professor Alessandro Pansa (Luiss) e del professor Enzo Mingione (Milano-Bicocca) e si articolerà attorno a 4 percorsi di ricerca: La Babele dei lavori, a cura del professor Mauro Magatti e in collaborazione con l’Università Cattolica; Lavoro e società, a cura del professor Enzo Mingione e in collaborazione con l’Università di Milano-Bicocca; Nuovi confini tra impresa e lavoro, a cura del professor Alessandro Pansa e in collaborazione con LUISS; La remunerazione del denaro e la remunerazione del lavoro, a cura del professor Giuseppe Berta e in collaborazione con l’Università Bocconi.