Coordinamento del progetto “Sharing Design”

SHARING DESIGN vuole essere un innovativo modello di hub in cui interagiscono differenti esperienze, tutte unite dalla comune attenzione ai temi dell’ecosostenibilità – a partire dall’utilizzo di materiali a basso impatto ambientale e completamente riciclabili – in linea con i focus tematici di EXPO2015 sulla sostenibilità e la nutrizione del pianeta.

Coprodotto con Milano Makers, SHARING DESIGN con le sue mostre e un fitto calendario di eventi è il ‘Doposalone ideale’, un luogo dove cultura, sostenibilità e piacere conviviale si incontrano.

La manifestazione SHARING DESIGN riflette la filosofia della sharing economy, che al possesso dei beni di produzione, contrappone il loro utilizzo condiviso. Figure come quelle dei changemakers, i criteri propri dell’opensource o dell’open content, il cui miglior esempio è Wikipedia, e il crowdfunding, determinano concretamente progetti che non sono più mere alchimie utopiche di studio, ma realtà concrete che cominciano a contribuire in modo significativo al P.I.L. in un numero sempre maggiore di paesi del mondo.

All’interno di questo quadro di riferimento si pone il concetto di Sharing Design intesocome condivisione dei mezzi per la creatività dei singoli individui, reso possibile grazie ad una tecnologia sofisticata a basso costo che permette ai creativi la ridefinizione dei criteri di progettazione creando nuovi paradigmi realizzativi.

Protagonisti sono gli autoproduttori, sia studenti che affermati professionisti e artigiani, uniti dalla possibilità di poter usufruire di spazi pubblici per lavorare ed esporre le proprie opere.

Una risposta di sviluppo economico alla perdurante crisi economica, a costo decisamente contenuto.